Rassegna Stampa (150)

"Non ospitare Addiopizzo è stato un errore".A scendere in campo a sostegno del comitato catanese,l'associazione antiracket e antiusura etnea."Il lavoro portato avanti dai ragazzi -dichiara Gabriella Guerini,presidente Asaae - sulla diffusione della cultura della legalità è essenziale per la città.Per questo occorre un aiuto concreto da parte delle istituzioni pubbliche e delle forze sociali".

Letto 3998 volte

Addiopizzo sfrattata,segnale negativo

Scritto da Giovedì, 07 Maggio 2009 00:00

Appello all'amministrazione comunale perchè renda fruibili i locali confiscati alla mafia e già assegnati ai volontari di Addiopizzo,offerta una sede provvisoria ma anche polemiche.E' ormai un caso lo "sfratto" subito da Addiopizzo,che a Catania trovava ospitalità nella sede provinciale della Confesercenti che ai volontari dell'antiracket prestava alcuni locali.Così in attesa che si rendano disponibili i locali di Picanello,Addiopizzo è rimasta senza casa.

Letto 1452 volte

Chi è il consumatore critico? Per l'associazione Addiopizzo è ogni cittadino che decide di non contribuire a finanziare la criminalità organizzata, che vuole liberare l'economia siciliana da un peso che non le permette di crescere e di aprirsi a nuovi investitori, che non vuole lasciare solo l'esercente che non accetta l'imposizione mafiosa per il suo bene e quello di tutti.

Letto 2015 volte

Confesercenti "sfratta" Addiopizzo

Scritto da Martedì, 05 Maggio 2009 00:00

Senza più una "casa" da più di un mese.I giovani erano ospitati dalla Confesercenti ma il rapporto si era fatto difficile.L'immobile promesso dal Prefetto risulta inagibile.

Letto 1451 volte

Addiopizzo Catania resta senza sede

Scritto da Martedì, 05 Maggio 2009 00:00

Addiopizzo Catania è senza casa. E ne cerca una per continuare a portare avanti la sua coraggiosa battaglia per la legalità. Già, perché i locali che hanno ospitato il movimento nei suoi due anni di vita nella città siciliana non sono più disponibili: Confesercenti, che li aveva finora concessi gratuitamente, li ha richiesti indietro «per motivi organizzativi». Non sarà uno sfratto e non è finita a carte bollate, ma il rapporto tra l'associazione di commercianti, promotrice peraltro dell'iniziativa anti-usura "Sos Impresa", e il comitato anti-mafia, nato a Palermo per combattere il fenomeno dell'estorsione, non si è concluso nel migliore dei modi.

Letto 1414 volte

La lotta al racket spiegata agli studenti

Scritto da Martedì, 28 Aprile 2009 00:00

La lotta al racket del pizzo è stata ieri mattina al centro di una interessante assemblea d'istituto svoltasi al liceo scientifico "Archimede" di Acireale.Un incontro molto partecipato, organizzato per sensibilizzare i più giovani verso una problematica di scottante attualità che, negli ultimi tempi,proprio grazie all'attività di informazione e testimonianza svolta ha fatto registrare interessanti passi avanti.

Letto 1460 volte

La mafia? È come il vento e l’acqua

Scritto da Venerdì, 10 Aprile 2009 00:00

In un incontro ai Benedettini la dottoressa Agata Santonocito della Dda di Catania e un rappresentante di Addiopizzo tracciano l'attuale profilo del fenomeno mafioso. "Cosa Nostra non si vede ma ha effetti devastanti. E penetra ovunque, corrodendo il recipiente che la contiene".

Letto 4423 volte

"L'incontro con i cittadini per capire il fenomeno dell'estorsione",curato dai giovani della parrocchia per l'iniziativa "Le mani sulla legalità",ha messo in risalto il ruolo nella vita cittadina dell'oratorio parrocchiale,affollato (da ragazzi,in particolare) in questi primi momenti di ritorno alla vita,dopo gli anni di forzato riposo.

Letto 4335 volte

L’altra Catania, devota della legalità

Scritto da Mercoledì, 25 Marzo 2009 00:00

Organizzano decine di iniziative, incontri nelle scuole e nelle università, azioni concrete a sostegno delle vittime del racket: sono gli instancabili volontari di Addio Pizzo Catania che Step1 ha incontrato.

Letto 4249 volte

È il riscatto di una generazione futura.Un chiaro esempio che la mafia può essere sconfitta perseguendo il principio della legalità.Ieri mattina,in contrada Casa Bianca,nel terreno confiscato alla famiglia Riela,più di 600 studenti hanno partecipato all'iniziativa promossa dall'associazione Libera dal titolo "Riprendiamoci il maltolto".In giro volantini e cartelloni con su scritto "Mafia,no grazie".Oppure "Se la conosci la eviti".

Letto 1799 volte

Privacy    Cookies    Diventa un volontario
Copyright © 2019 Addiopizzo Catania. Tutti i diritti riservati.Creazione sito web tinusdesign.com Catania

Via Grasso Finocchiaro n. 112 | Catania - 95126 | Tel: 329 9203410 | Fax: 178 6056739 | e-mail: comitato@addiopizzocatania.org

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information