Venerdì, 20 Maggio 2016 15:10

Dichiarazioni del Sindaco di Cesarò sull'attentato a Giuseppe Antoci

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il vile attentato al Presidente del parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci è un fatto gravissimo che travalica i confini della provincia di Messina perché rischia di riportare indietro 30 anni le lancette della storia nella nostra isola. Rischia di cancellare di colpo quanto in questi anni è stato costruito sul fronte della lotta alla mafia dando una immagine che, per fortuna, non corrisponde alla realtà.


Per questo motivo è lecito attendersi, in tempi brevi, una risposta forte da parte dello Stato ed in questo senso sono certamente di conforto le dichiarazioni del Procuratore dott. Guido Lo Forte della Direzione Distrettuale Antimafia di Messina.
Per lo stesso motivo riteniamo molto gravi e superficiali le dichiarazioni del primo cittadino del Comune di Cesarò che in una intervista ad un giornale on line afferma che la tentata strage, perché di questo si tratta, è da ascrivere non alla mafia ma alla delinquenza locale.
Delle due l’una: o il primo cittadino del comune dei Nebrodi è in possesso di informazioni che giustificano la sua tesi, smentendo le dichiarazioni dello stesso Antoci che parla di “interessi enormi di Cosa Nostra” e del Procuratore di Messina, Guido Lo Forte il quale afferma che “la mafia sta rialzando la testa”, oppure, sarebbe il caso, vista la gravità e la superficialità di tali dichiarazioni, fatte a qualche giorno di distanza da una tentata strage il cui movente non può certamente definirsi …passionale, dimettersi e consegnare la fascia di primo cittadino.
Alla luce di quanto sopra, infine, riteniamo poco opportuno e controproducente che il Presidente della Regione Rosario Crocetta ed il Senatore Giuseppe Lumia partecipino al previsto incontro presso il Comune di Cesarò in quella stessa aula consiliare il cui primo cittadino nega che si tratti di una tentata strage di stampo mafioso.

Letto 5182 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.