Comunicati

Comunicati (230)

Domani, 16 marzo, alle ore 11, presso la sede della Confcommercio di Catania, in via Mandrà 8, si terrà un incontro sul tema dell'antimafia e dell'antiracket a Catania.

 

Addiopizzo Catania esprime grande soddisfazione nell'apprendere che un altro,duro e importante colpo,è stato inflitto alla criminalità organizzata,con l'arresto del latitante,boss del gruppo dei "Carateddi" ,Sebastiano Lo Giudice,ed altri cinque favoreggiatori.

Sabato, 06 Marzo 2010 01:00

Solidarietà all'on. Angela Napoli

Scritto da


Addiopizzo Catania esprime solidarietà e forte vicinanza all'On. Angela Napoli, membro della commissione nazionale Antimafia, la quale, secondo quanto riportato da alcuni organi d'informazione, sarebbe stata destinataria di un attentato organizzato dalle cosche della Piana di Gioia Tauro.

Martedì, 09 Febbraio 2010 01:00

Festa Addiopizzo Catania - No pizzo, sì parti!

Scritto da


L'11 febbraio dalle ore 22 si terrà al Centro Zo di Catania, in piazzale Asia 6, la festa "No pizzo, si parti!", organizzata dall'associazione Addiopizzo Catania. L'associazione vuole ricordare, attraverso un momento di divertimento con concerto e dj set per sensibilizzare anche i più giovani sull'argomento e per festeggiare i suoi primi tre anni di attività, che la piaga del pizzo si deve combattere tutti insieme.

Giovedì, 21 Gennaio 2010 01:00

Appello a tutti i cittadini

Scritto da


È notizia di questi giorni che Cosa Nostra è tornata a fare la voce grossa. Lo fa attraverso gli attentati progettati contro l'europarlamentare ed ex sindaco di Gela Rosario Crocetta e il gup di Caltanissetta Giovanbattista Tona, che la mafia voleva colpire attentando alla vita della cugina, scambiata per la sorella, questo a dimostrare quanto chiunque possa esserne vittima; le minacce rivolte al procuratore antimafia Piero Grasso, al giornalista Lirio Abbate, al procuratore capo di Caltanissetta Sergio Lari, all'aggiunto Domenico Gozzo, al procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia e al sostituto procuratore della Direzione nazionale antimafia Gaetano Paci; e i messaggi intimidatori recapitati a Claudio Risicato, presidente dell'associazione antiracket Rocco Chinnici e coordinatore delle Associazioni antiracket-antiusura di Confcommercio di Catania.

Mercoledì, 13 Gennaio 2010 01:00

Solidarietà al magistrato Ardita

Scritto da


Addiopizzo Catania esprime tutta la sua solidarietà e vicinanza al magistrato Sebastiano Ardita, direttore generale area detenuti del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e responsabile della gestione dei detenuti 41 bis., che nei giorni scorsi è stato vittima delle minacce della mafia.


Addiopizzo Catania si congratula con la Procura di Catania per il duro colpo sferrato al clan Cintorino, operante nella riviera ionica, ai confini tra Calatabiano e Taormina, con estorsioni e traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, e ringrazia tutto il personale investigativo e giudiziario, nonché i militari e le forze di polizia, che lo hanno reso possibile.

Sabato, 23 Gennaio 2010 01:00

Regaliamo(ci) un sorriso

Scritto da

Addiopizzo Catania ringrazia tutti coloro che, con il loro impegno e la loro collaborazione, hanno contribuito alla riuscita del progetto "Regaliamo(ci)un sorriso" conclusosi il 22 Dicembre con la distribuzione di vestiti e giocattoli in 12 parrocchie, associazioni, case famiglia ed enti di assistenza.

Venerdì, 18 Dicembre 2009 01:00

A messa per parlare anche di lotta al pizzo

Scritto da


Domenica 20 dicembre alle 10.30 l'associazione antiracket Addiopizzo Catania interverrà durante la Santa Messa nella Chiesa di S. Gaetano alla Marina. Invitati da padre Ignazio, parroco della chiesa sita nell'antico quartiere di Catania della "Civita", alcuni membri dell'associazione incontreranno prima i bambini che frequentano il Catechismo e parleranno del loro operato e della lotta alle estorsioni.

Sabato, 28 Novembre 2009 01:00

Sull'operazione Morus

Scritto da


Addiopizzo Catania esprime profondo apprezzamento per l'ottimo lavoro della Procura distrettuale antimafia di Catania e della Squadra Mobile etnea per l'operazione Morus che ha visto eseguite 25 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti presunti esponenti della famiglia dei Piacenti, portando di fatto all'azzeramento del nucleo mafioso che da sempre operava a Picanello.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.