Mercoledì, 08 Agosto 2012 02:00

Piazza Lanza, i colori della vita per dire no alla violenza mafiosa

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'immagine di un Borsellino sereno, che guarda dal muro del carcere di Piazza Lanza verso la scuola media "E. Majorana", accompagnato dai suoi fedeli angeli custodi Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter E. Cosina, Claudio Traina ed Emanuela Loi, resterà da oggi indelebile a ricordarci che se gli uomini muiono non è così per le idee. Ancora una volta i ragazzi di Addiopizzo hanno lanciato il loro messaggio contro la mafia, donando un murale ai cittadini, il terzo della serie "un muro contro le mafie" dopo la scritta, posizionata subito dopo la rotonda del Garibaldi Nuovo e quello di Falcone e degli uomini della sua scorta, in Viale Ulisse.

Letto 3096 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.