Giovedì, 01 Marzo 2012 01:00

"Con il pizzo chiudiamo tutti". Campagna antiracket a Catania

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Una campagna a scopo sociale è uno strumento utile e formativo in grado di sensibilizzare l'intera opinione pubblica su temi di rilevanza culturale o legati al territorio. E' da presupposti del genere che nasce la campagna "Con il pizzo, chiudiamo tutti", nata non solo per far conoscere il problema del pizzo, ma soprattutto per aumentare la consapevolezza della sua presenza e dei suoi effetti, radicati nel territorio siciliano, tra la gente comune, casalinghe, impiegati, studenti, spesso convinti che il pizzo rappresenti un problema strettamente legato ai commercianti o piccoli imprenditori costretti a pagarlo.

Il focus della campagna è quello di raccontare il pizzo come un problema di tutti, nessuno escluso, che si manifesta nella strada mai completata, nei disservizi in città, nell'inquinamento ambientale.Un progetto lontano quindi dalla presunzione di dire alla gente perché e come combattere il pizzo, cosa ovviamente condivisa ed auspicabile, piuttosto renderli consapevoli di come il problema li coinvolga da vicino. L'headline della campagna "Con il pizzo, chiudiamo tutti", si fa quindi sia portavoce del problema da un lato ma anche, e soprattutto, strumento per ricordare di chiudere noi stessi con la nostra forza di opposizione a questa triste realtà. La campagna fa parte di un progetto più vasto nato grazie allo stanziamento, da parte della Regione Siciliana, di fondi destinati a tematiche inerenti l'estorsione ed il pizzo ed è promossa in partecipazione con l'associazione AddioPizzo Catania. Tutte le fasi di realizzazione sono state seguite da Giovanni Gallo, professore presso l'Università degli Studi di Catania e l'Accademia di Belle Arti di Catania insieme a Gianni Latino, professore presso l'Accademia di Belle Arti di Catania. Il team di sviluppo è formato da studenti dell'Accademia di Belle arti e dell'Università di Catania



Fonte: la Repubblica Palermo.it

Il video: http://youtu.be/P75a-ldcnDw

Letto 2344 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.