Martedì, 18 Febbraio 2014 10:41

Sull'operazione "Prato Verde"

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Esprimiamo soddisfazione per la brillante operazione condotta dalla DIA e dalla Procura di Catania che ha inferto un duro colpo all’organizzazione mafiosa retta dall’ergastolano Orazio Privitera.

La circostanza che a reggere le fila dell’organizzazione in grado di condizionare l’economia rurale della piana di Catania fosse la moglie dell’ergastolano impone una riflessione sulla reale efficacia dello strumento del 41 bis che probabilmente va rimodulato in maniera ancora più restrittiva.
Auspichiamo che le istanze di sicurezza e certezza della pena provenienti dalla società civile siano adeguatamente interpretate dai politici nostrani in un periodo storico in cui si fanno sempre più insistenti le voci di indulti e sconti di pena mascherati dall’esigenza di svuotare le carceri.

Letto 2530 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.