Mercoledì, 07 Ottobre 2015 23:31

Sulla visita del direttore dell'Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Domani il Prefetto Postiglione, direttore dell'Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati sarà a Catania.
Perché?
Per incontrare i lavoratori della LA.RA. che da troppo tempo esigono risposte dalle Istituzioni competenti sui reali motivi alla base del declino economico della loro azienda, in amministrazione controllata?
No.
Per incontrare i lavoratori dell'ex Gruppo Riela, in amministrazione controllata, oggi fallito, che da anni subiscono ingiustizie e soprusi?
No.
ll Prefetto verrà in Sicilia per inaugurare.. "nuove assegnazioni".
In realtà, apprendiamo con stupore che inaugurerà anche la nuova amministrazione di un noto complesso aziendale (che comprende anche il lido dei Ciclopi).

La notizia è paradossale, visto che tale complesso aziendale è stato da sempre, brillantemente, amministrato dal Dott. Giuffrida.
Viene spontaneo chiedersi: chi amministrerà tali aziende?
O forse sarebbe meglio chiedersi: in quanti, amministreranno queste aziende? A che prezzo?
Ma soprattutto, ci chiediamo, e chiediamo: se “squadra che vince non si cambia” come mai l’Agenzia ha scelto di affidare ad altri la gestione di questo complesso aziendale?
In un momento in cui il mondo della gestione delle aziende confiscate interessa a pochi, e interessa, spesso, le persone sbagliate, chiediamo e ci chiediamo se fosse davvero necessario tutto questo.
Chiediamo e ci chiediamo se non sia invece arrivato il momento di rendere conto, economicamente e moralmente, delle scelte di un ente pubblico, l'Agenzia, che è l'unico organo in Italia ad avere il reale potere di gestione dei patrimoni confiscati alla mafia.
Di oneri si tratta. L'onore, bisogna guadagnarselo.

Letto 2330 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.